Futuro costruzione

A repentaglio sui cantieri il pensionamento anticipato dai 60 anni

Gli impresari costruttori approvano una risoluzione per un risanamento durevole della Fondazione FAR

 

Il finanziamento delle rendite versate dai 60 anni sui cantieri è messo in pericolo, essendo stata sottovalutata l’evoluzione demografica. Di conseguenza, la conferenza dei presidenti della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC) ha approvato mercoledì a Berna la «Risoluzione risanamento durevole della Fondazione FAR». Gli impresari-costruttori si impegnano a favore del pensionamento anticipato nell’edilizia principale dai 60 anni e, anche in futuro, sono disposti a farsi carico degli oneri elevati destinati a finanziare tutto il sistema nella misura attuale. Nel contempo, essi condannano l’ostruzionismo pericoloso da parte dei sindacati che impediscono un risanamento durevole della Fondazione FAR...

 

www.futuro-costruzione.ch